e

Un tour da Parma in tutte le province della regione Emilia- Romagna

è

AEMILIA

l’estate de La Toscanini

Musica per rompere il silenzio.
Musica per volare con la fantasia.
Musica per restare insieme.

La musica torna ad avvolgerci come ha sempre fatto, sin dalle sue origini.

La quarantena, nell’insegnarci quello che è indispensabile, ci ha fatto capire che non si può stare senza la musica.

La Toscanini, con le sue tre orchestre:

Filarmonica Arturo Toscanini
Orchestra dell’Emilia – Romagna Arturo Toscanini
La Toscanini Next

presenta per l’estate 2020, una tournée incredibile, un progetto senza precedenti nella storia de La Toscanini.

65 concerti
12 recite di Rigoletto
77 aperture di sipario
Una tournée estiva in 36 città
in tutte le province dell’Emilia-Romagna
24 programmi musicali

dal barocco ai giorni nostri, dal classico al pop, passando per l’entusiasmante musica da film.

 

Un viaggio nell’affascinante mondo dell’arte sonora, pensato appositamente per ogni borgo, piazza, spazio della Regione e realizzato grazie alla collaborazione con i comuni del territorio e con altri enti culturali della regione.

Nel momento del lockdown La Toscanini non si è rassegnata e, dopo le trasmissioni in streaming di largo successo, ha usato il tempo del silenzio obbligato per pensare e articolare un progetto di diffusione territoriale della musica che, nel momento di protratta chiusura dei suoi spazi e della sua attività principale, potesse trasformare i mesi dell’estate in una propria capillare presenza su tutto il territorio regionale.

«Il nostro obiettivo è una diffusione capillare, come un sistema linfatico, per portare linfa alla nostra regione, tra le più colpite dal Covid. Per arrivare a tutti, anche a chi non ha un facile accesso alla musica dal vivo. Il progetto è stato concepito durante i mesi del lockdown: quando tutto era fermo, quando sembrava impossibile qualsiasi cosa, ci siamo interrogati e ci siamo ispirati al modello della Chiesa nella storia. Durante le pestilenze, i vescovi portavano la statua del patrono del paese, sostavano presso le colonne nelle piazze, affinché le persone, senza uscire di casa, potessero assistere alla liturgia. Noi abbiamo deciso di portare la musica, che oggi ha un grande valore aggregante.» afferma Alberto Triola, Sovrintendente e Direttore Artistico de La Toscanini.

Leggi l’intervista completa a cura di Mara Pedrabissi per La Gazzetta di Parma (sabato 27 giugno 2020).

Il lungo calendario estivo della Toscanini, che avrà arriverà fino ai primi di settembre, comprende tra gli altri quattro imperdibili appuntamenti nel Parco della Musica di Parma con artisti quali Enrico Onofri, Simone Rubino e Michele Pertusi (10, 23, 31 luglio e 1 agosto), i dieci concerti di Musica in Collina nell’Unione Pedemontana Parmense, la presenza in rassegne famose come la Rassegna Estiva della Casa della Musica, Mundus e l’Emilia-Romagna Festival ma, soprattutto, include una lunga serie di realtà dove la Toscanini giunge spesso per la prima volta o torna dopo molti anni, arrivando anche da chi non può avere facile accesso alla musica dal vivo.

L’idea è stata accolta con entusiasmo dagli assessori alla cultura della Regione, Mauro Felicori, e del comune di Parma, Michele Guerra.

«Plaudo all’iniziativa della Toscanini di offrire le proprie formazioni musicali alle programmazioni estive dei comuni dell’Emilia-Romagna” – ha dichiarato l’Assessore alla Cultura e Paesaggio della Regione Mauro Felicori – “e sono ben felice che la proposta della nostra orchestra sia stata accettata con largo favore. È un segno di vitalità: l’epidemia non ci ha scoraggiato, la cultura non si ferma e riprende a svolgere la sua funzione sociale e civile. Ed è un messaggio chiaro di questa realtà della Regione, orientata a conseguire un sempre maggiore successo nazionale e internazionale, ma che allo stesso tempo mantiene e anzi allarga le sue radici nel territorio, esaltandosi anche nell’attenzione per le comunità più piccole.»

Il calendario è in continuo aggiornamento.

AEMILIA, l’estate de La Toscanini è resa possibile grazie al contributo di:
Ministero per i Beni e le Attività culturali e per il Turismo, Regione Emilia-Romagna, Comune di Parma, Fondazione Cariparma, Fondazione Monte Parma, Camera di Commercio di Parma, Conad Centro Nord. CePIM spa è partner istituzionale della Fondazione Arturo Toscanini.