e

Articoli

  Consigliato a chi ama le sorprese… …e con Rossini si va sul sicuro. La sua storia è nota: egli al culmine del successo dopo Guglielmo Tell, chiude la sua attività operistica, forse per motivi di salute o forse per stanchezza creativa. Interrompe il suo silenzio artistico con lo Stabat Mater, pubblicato nel 1841 ed eseguito l’anno successivo, sotto

E’ qui la festa ?….Dedicato a chi non si fa ripetere l’invito due volte, perché è musica con gli effetti speciali. Il divertimento è assicurato anche perché la festa è all’aria aperta ed è uno spettacolo vero e proprio da godere! Infatti sia le suites della Water Music che la Music for the Royal Fireworks sono state create da

  Consigliato per convincerci che la musica serve all’immaginazione: per creare legami con altre arti come la letteratura Le musiche di Schumann al testo byroniano del Manfred costituiscono un contributo sonoro d'inaudita efficacia che si evince già ascoltando l’Ouverture, così vigorosa (meglio granitica come la montagna, la Jungfrau, che fa da sfondo) e mirabilmente sintetica. Già si realizza una perfetta

Si consiglia vivamente l’ascolto…. a chi procede senza fermarsi, per un viaggio alternativo che apparentemente non ha meta …. poi alla fine ….. ogni cosa si chiarisce Nel Concerto per violoncello - tra le ultime composizioni di Schumann - si passa da un movimento all’altro senza che ce ne accorgiamo: sembra che il primo tema fagociti tutto, in ogni caso

Dedicato a chi ha l’animo in tempesta e a chi sente il richiamo della propria terra, intesa sia in senso letterale che come patria. Si scopre tra gli autori, a questo proposito, che alcuni, finiscono per rappresentare un’intera nazione e nello stesso tempo la loro opera travalica i confini, come Jean Sibelius o Zoltán Kodály che scrive le Galántai

Si consiglia l’ascolto…. per convincerci che se il genio di Mendelssohn non fosse esistito, l’evoluzione della musica sarebbe stata molto diversa.   Mendelssohn non è mai lodato abbastanza, se non altro per aver recuperato la grande tradizione della musica sacra di Bach e di Händel. Così il maestro Zelter, lo descrive in una lettera a Goethe, “Forse ho un debole, ma non

Per ricordare che dietro alle opere ci sono gli autori che spesso sono uomini dalla personalità robusta ed inflessibile Come Beethoven e Bartók: maestri veri che con i loro lavori hanno dato voce in un modo intenso, alla problematica non solo estetica, ma spirituale per certi aspetti politica e anche sociale. Beethoven era pienamente conscio della sua grandezza e

Dedicato a chi non si ferma alle apparenze I geni sono imprendibili. Nel momento in cui li avvolgiamo con definizioni e commenti, loro sono già più avanti, quindi ci sfuggono. Come Mozart, la cui vita è stata dipinta nei modi più diversi: bambino prodigio, esibito come animale da circo nelle corti europee, ragazzaccio sboccato e probabilmente un po' folle, giovane

Dedicato a chi è stato e sarà per sempre un inguaribile romantico “Come d’autunno le foglie cadono e appassiscono – così quella speranza (di guarire dalla sordità) è per me ormai del tutto inaridita. Parto da qui – quasi nelle stesse condizioni in cui ero arrivato. – Anche il grande coraggio – che spesso mi animava nelle belle giornate

Dedicato a quanti sono convinti – ci auguriamo siano molti - che la musica sia anche utile Così scrive Britten in proposito: “Non scrivo per i posteri. Voglio che la mia musica sia ‘utile’, e che l'arte sia considerata una parte essenziale dell'attività umana”. E ancora: “A volte penso che cercare un nuovo linguaggio sia diventato più importante di