e

Next

la musica cambia!

Next

la musica cambia!
Next, dipartimento d’innovazione e ricerca della Fondazione Toscanini, ha quale obiettivo principale far interagire la musica con le esigenze e le necessità della società di oggi, così da creare una solida infrastruttura culturale utile per il benessere e la crescita civile, per l’interpretazione del presente e  l’immaginazione dei futuri possibili.
Le modalità di interazione e comunicazione del terzo millennio impongono un’accelerazione e una  forte amplificazione delle strategie progettuali al fine di conseguire una progettualità viva, vera e  virtuosa.
La musica in tutte le sue accezioni performative è veicolo privilegiato che, per sue caratteristiche di  trasmissione di contenuti, può muoversi con facilità fra generi, stili, tradizioni, età, esperienze e  luoghi anche molto differenti e distanti fra loro.
Questo diviene possibile attuando percorsi di formazione e informazione che prevedano il  coinvolgimento e la partecipazione attiva delle giovani generazioni a cui, ed è questo elemento determinante, si uniscano le professioni ed istituzioni con esperienze di successo nel settore.
Ciò consente di spostare l’attenzione da ciò che si fa a per chi si esiste. I metodi di ricerca e sperimentazione sono pensati e condivisi con partners facenti parte di reti di  saperi così da consentire lo scambio di informazioni interdisciplinari
Cinque i settori in cui conoscenza e progettazione, esperienza e visione guardano al futuro musicale e didattico.
La multidisciplinarietà, in una società che vive costantemente connessa e ha uno stile relazionale  estremamente diffuso ed attivo, è uno degli elementi principali della nuova frontiera culturale.
Due declinazioni:
Nuovi ambiti di progettazione
Esplorazione di ambiti culturali musicali e culturali in genere per trarre nuova linfa rigeneratrice per  la una nuova e condivisa proposizione della musica classica.
Rigenerare lo spazio culturale
Attivazione di progetti di valorizzazione, promozione ed educazione al che mirano a rendere i  partecipanti osservatori attivi nel luogo in cui vivono. I progetti sono finalizzati a sviluppare nuovi  ed efficaci modelli di scambio intergenerazionale, integrazione e cittadinanza attiva allo scopo di  creare o ricreare un nuovo tessuto sociale nei luoghi dove nasce e si sviluppano le performance.

Nuovi territori

Ricerca di nuovi territori progettuali

Nuovi stili

Next Nuova musica
La musica classica per molti secoli ha avuto la funzione di musica d’intrattenimento, senza distinzioni generazionali o sociali ponendosi di fatto come ciò che oggi si definisce “musica d’uso” o “musica leggera”.
Impreziosire gli altri generi musicali con suoni e colori dell’orchestra equivale a ricrearlo,a conferirle una dimensione artistica esplorando orizzonti sonori nuovi.
Produzione 2019
Simone Cristicchi – In collaborazione con Sugar, IMARTS, Barezzi Festival

La progettazione che parta dalle esigenze dell’ascoltatore apre orizzonti nuovi alla comunicazione fra soggetto erogatore di cultura e il fruitore.

Rivolgere la propria inventiva e creatività pensandola anche sulle esigenze culturali e di buon vivere consente di proporre una progettualità fatta “per chi esiste” con formule nuove ed in linea con i tempi.

2019/2020
È il nostro tempo, integrazione a ritmo di musica – Parma 2020 progetto per le periferie

Nuovo pubblico

È il nostro tempo

Nuova formazione

La Toscanini next
La proposta di alta formazione per la figura professionale del professore d’orchestra, deve  individuare settori in cui, oltre a competenze in ingresso con particolare riferimento all’ambito  classico già in possesso degli allievi sia possibile fornire abilità e capacità tecnico musicali,  interpretative e culturali indispensabili per l’attuale mondo del lavoro.
1) Alta formazione: Specializzazione professionale negli ambiti CINEMA (Musica per immagini,  colonne sonore, spot), POP SINFONICO (concerti cross over), NEW NOTE (Concerti per  ensemble ritmico sinfonico per easy pop), CLASSICO (Concerti per strumento solista e orchestra; nuove commissioni) in collaborazione con enti culturali, formativi e produttivi  della Regione Emilia-Romagna.
2) Produzione: 20 concerti nelle Regione Emilia-Romagna, distribuiti nei quattro ambiti di  studio.
2019: avvio alta formazione
2020: avvio della fase performativa

Next Family and kids

Realizzazione di progetti e attività per avvicinare bambini e famiglie al mondo della musica, ideati secondo un approccio multidisciplinare e innovativo, ove le caratteristiche proprie della musica classica, moderna, contemporanea, si coniughino con una didattica performativa, nell’intento di individuare e attrarre pubblici nuovi, oltre che fornire gli strumenti culturali per la comprensione degli elementi musicali di base.

Produzione 2019/2020

Le Terre dei suoni perduti – in collaborazione con Teatro Due n.8 concerti

Next Attività Scuole

Costruire e consolidare un patrimonio di oltre quaranta anni di attività con le Istituzioni Scolastiche per garantire pari accesso ai saperi musicali e culturali in genere. Le attività musicali oltre ad esibizioni concertistiche interattive, a nuove produzioni di spettacoli tematici, prestano grande attenzione all’ambito sociale.La collaborazione con le scuole deputate alla formazione (Conservatori e Licei Musicali) integra l’attività progettuale e performativa.

2019/2020 nuova produzione format Lei non sa chi sono io! (due versioni: Arrigo Boito e Luigi Illica)

2019/2020 Suono dunque sono e Music Job, progetti di integrazione sociale e nuove competenze 2019 costituzione di Network EDU per scambi progettuali con Fitzcarraldo (TO), Orchestra di Padova e del Veneto (PD), Bologna Festival (BO), Opera domani (CO)

2019 concerto Percussionisti e Coro del Liceo Bertolucci nel Parco della Musica – in collaborazione con Comitato Parma 2020

Nuove generazioni

Bambini e famiglie