E’ il nostro tempo

“La musica trasforma le diversità in speranza, ogni sfida in azione, i sogni in realtà” (José Antonio Abreu).

È il nostro tempo! liberamente tratto dai dettami fondamentali del modulo educativo El Sistema ideato da
José Antonio Abreu, nasce dalla crescente necessità di attuare formule attive di integrazione partecipativa.
Creatività, inclusione e consapevolezza sono gli ambiti principali entro i quali i bambini sono chiamati a vivere il proprio tempo, nelle relazioni interpersonali e attraverso la musica, al fine di sviluppare un pensiero creativo.
Infatti i valori interculturali e sociali che l’arte musicale sa esprimere sono le fondamenta del progetto.

Le linee guida principali sono tre:
Arturo Toscanini modello artistico e umano, fonte principale di suggestioni musicali e culturali.

Strumenti a percussioni mezzo di espressione alla portata di tutti e quindi inclusivo.

Orchestra modello di condivisione partecipativa, di armonizzazione del singolo in un contesto collettivo e di accettazione dell’altro.

Il laboratorio didattico sugli strumenti a percussione diventa un microcosmo in cui, a tempo di musica, sperimentare, apprendere, comprendere e dimostrare di essere cittadini di un unico contesto sociale.
“Una buona classe non è un reggimento che marcia al passo, è un’orchestra che prova la stessa sinfonia”
scriveva Daniel Pennac. La classe quindi, come organismo vivente, che respira e si sviluppa nel tempo, attuando una vita comunitaria quotidiana e prolungatanegli anni. Tutte le fasi laboratoriali sono inserite nelle attività
curricolare e coordinate da musicisti ed esperti.

È il nostro tempo! si conclude con un grande evento di partecipazione attiva dei ragazzi: il concerto insieme all’Orchestra Regionale dell’Emilia-Romagna.

In collaborazione con il Liceo Musicale “Attilio Bertolucci” di Parma.
Direttore e arrangiatore Roger Catino

N. 6 incontri durata: 2h
N. 1 concerto finale durata: 1h
Dai 10 anni (rivolto alle classi quinte delle scuole primarie)