• Diffondi la musica

Una grande serata dalle tinte rosa:  sul palcoscenico, insieme alla Filarmonica Arturo Toscanini l’astro nascente della direzione d’orchestra Speranza Scappucci  e Midori una delle più celebri violiniste di questa generazione interpreta il concerto per violino di Čajkovskij.

BUY TICKET

Scappucci e Midori

Auditorium Paganini

20 aprile 2017, 20:30
22 aprile 2017, 20:30

PROGRAMMA|

Pëtr Il’ič Čajkovskij
Concerto in re maggiore per violino e orchestra op. 35
Ludwig van Beethoven
Sinfonia n.6 in fa maggiore op. 68 Pastorale

FILARMONICA ARTURO TOSCANINI| 

MIDORI, violino | Midori si può annoverare oggi fra i leggendari violinisti di questa generazione. Oltre ad esibirsi ai più alti livelli internazionali, è stata riconosciuta dalle Nazioni Unite e dal World Economic Forum per la sua eccezionale dedizione all’insegnamento e l’impegno a favore delle comunità in tutti gli Stati Uniti, in Europa, Asia e nel mondo in via di sviluppo. Più recentemente, Midori ha compiuto un deciso impegno a favore dello sviluppo del repertorio per violino del futuro, commissionando nuovi concerti e lavori cameristici. Nelle ultime stagioni, Midori ha ampliato la sua discografia con l’integrale delle Sonate e Partite di Bach per violino solo e il concerto per violino DoReMi scritto per lei da Peter Eötvös e inciso con l’Orchestre Philharmonique de Radio France. Nel 2014 la registrazione del Concerto per violino di Hindemith, con la NDR Symphony Orchestra di Amburgo e Christophe Eschenbach, ha vinto il Grammy Award come “Best Classical Compendium”. Midori è nata ad Osaka nel 1971 e ha iniziato fin da piccola lo studio del violino con la madre, Setsu Goto. Zubin Mehta l’ha ascoltata nel 1982 e subito invitata per quello che sarebbe poi diventato il suo leggendario debutto all’età di 11 anni – con la New York Philharmonic durante il tradizionale concerto di capodanno, ricevendo una standing ovation e l’impulso per l’inizio di una splendida carriera. Oggi Midori vive a Los Angeles, dove presiede la cattedra di Distinguished Professor of Violin nonché la Jascha, Heifetz Chair alla Thornton School of Music dell’University of Southern California. (Leggi la biografia completa) 

SPERANZA SCAPPUCCI, direttore|Riconosciuta dalla stampa italiana e internazionale nonché da Musical America come uno dei direttori più interessanti della sua generazione, Speranza Scappucci, romana e diplomata alla Jiulliard School di New York ed al Conservatorio di Musica Santa Cecilia di Roma, ha recentemente debuttato all´Opera di Vienna riscuotendo grande successo di critica e pubblico. Gli impegni futuri includono DON PASQUALE, LA BOHEME e L’ELISIR D´AMORE alla Wiener Staatsoper, LA FILLE DU REGIMENT e LA BOHEME all´Opera di Zurigo, ATTILA al Teatro Liceu di Barcellona, MANON LESCAUT e CARMEN all´Opera Royale de Wallonie di Liegi, LA SONNAMBULA all´Opera di Roma, LE NOZZE DI FIGARO al Teatro Regio di Torino ed il debutto con IL BARBIERE DI SIVIGLIA alla Canadian Opera di Toronto. Intensa anche la sua attività sinfonica: ha diretto l´Orchestra Filarmonica della radio Olandese al Concertgebouw di Amsterdam, la Royal Liverpool Philharmonic, l´Orchestra Filarmonica di Danimarca, la Prag Philharmonia, l´Orchestra Regionale della Toscana e l´Orchestra del Teatro Lirico di Cagliari. Prossimamente sarà impegnata in concerti sinfonici con l´Orchestra Filarmonica Arturo Toscanini, Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, la Basler Symphonieorchester di Basilea, l´Orchestra Filarmonica di Danimarca, l´Orchestra Sinfonica di Nancy, The St. Luke Orchestra e The Julliard Orchestra a New York.
Recentemente ha debuttato alla Wiener Staatsoper con LA CENERENTOLA e LA TRAVIATA, all´Opera Royale di Wallonie con una nuova produzione di JERUSALEM di Giuseppe Verdi, ha diretto una nuova produzione de IL TURCO IN ITALIA al Rossini Opera Festival di Pesaro, nonché LA SONNAMBULA al Lincoln Center di New York in una produzione del MET Opera e Juilliard, LA CENERENTOLA al Teatro Regio di Torino e alla Washington Opera, LA BOHEME all´Opera di Los Angeles, una nuova produzione di LA FILLE DU REGIMENT alla Santa Fe Opera e ATTILA al Teatro Mariinsky di San Pietroburgo.
Nelle passate stagioni ha diretto lo STABAT MATER di Pergolesi al Festival di Glimmerglass, DON GIOVANNI alla Finnish National Opera di Helsinki, nonché NORMA al Teatro Sao Carlos di Lisbona e il debutto italiano con LA TRAVIATA al Macerata Opera Festival e IL TURCO IN ITALIA al Lincoln Center New York.
La sua discografia include il CD “Mozart Arias” con il soprano Marina Rebeka e la Royal Liverpool Philharmonic Orchestra (Warner Classic) e “Il mio canto” con il tenore Saimir Pirgu con l´Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino (Opus Arte). (Leggi la biografia completa)

Prossimi spettacoli

04 maggio - Impariamo il concerto 2016-2017

Carlo Lo Presti racconta Gubaidulina e Bruckner

Racconti e ascolti dal grande repertorio sinfonico. Carlo Lo Presti presenta il programma del concerto con musiche di Gubaidulina e Bruckner.

Leggi tutto
05 maggio - Nuove Atmosfere 2016/2017

Chauhan, Mercelli, Caldarini

La Filarmonica Arturo Toscanini diretta da Alpesh Chauhan impegnati nella recente composizione di Sofia Gabaidulina, Warum? protagonisti del concerto i solisti Massimo Mercelli (flauto) Miriam Caldarini (Clarinetto). In programma la Sinfonia n. 9 in re minore di Bruckner.

Leggi tutto