Diffondi la musica

Simone Massoni: pura energia creativa

Simone Massoni è una fonte inesauribile di energia creativa, proprio come il maestro Toscanini. Simone ha cominciato la sua carriera come illustratore di libri per bambini, ma con il tempo le sue immagini ne hanno fatta di strada e sono diventate parte di libri, spot pubblicitari e spettacoli, riviste come il prestigioso "The New Yorker". Dice che la sua fonte di energia più grande è viaggiare.

Featured/
Simone Massoni
Art Directing/
Kreativehouse
Editoriale/
25/01/2018

Come è nata la tua illustrazione per la mostra Baci da Arturo?
Mentre studiavo e preparavo l’opera ho pensato spesso alla Notte Stellata di Van Gogh, alla Francia e Parigi così come la conosco filtrata dalle opere di un’infinità di artisti a cavallo tra il XVIII e XIX secolo. L’artwork finale che ho realizzato è sicuramente impregnato in maniera più o meno evidente di quelle stesse immagini, sensazioni ed emozioni.

Che musica ascolti quando disegni?
Ascolto soprattutto colonne sonore, magari quella dell’ultimo film che ho visto e che mi ha stregato.

Toscanini a Parigi – La cartolina di Simone Massoni

È arrivato un bastimento carico di star: Enrico Caruso, Pasquale Amato, Emmy Destinn, Louise Homer, Olive Fremstad, Leo Slezak, Antonio Scotti e Geraldine Farrar. Tutti al seguito di Toscanini e del Metropolitan di New York per una stagione di opere italiane al Théâtre du Chatelet. Dicono che il Maestro non riesca proprio a fermarsi, è un grande distributore di energia, un umano motore diesel che gira a pieno regime. Quando gli chiedono come si può diventare il direttore d’orchestra più famoso al mondo, lui risponde con fermezza “Il mio segreto è semplicissimo: far eseguire la musica, nota per nota, quale fu scritta dall’autore.”

Simone Massoni è un visual artist. Si (pre)occupa di tutto ciò che è visivamente stimolante. Da Firenze, città che lo ha adottato, lavora e produce opere che girano il mondo attraverso mostre, pubblicazioni, libri e installazioni. Dopo avere cominciato la sua carriera come illustratore di libri per bambini sposta progressivamente la sua sperimentazione verso il mondo del fashion e dell’illustrazione editoriale. Ha lavorato con i clienti e brand più svariati: da Pentagram a Facebook, da Penguin Books al prestigioso The New Yorker, The New York Times, Gallimard, Guess, Feltrinelli, De Agostini, Random House e molti altri. Le sue opere sono state pubblicate e premiate da riviste e associazioni fra cui IDN, American Illustration, Society of Illustrators NY, Print Magazine, Playboy.