La Filarmonica in tour con Alpesh Chauhan

Le cinque tappe del tour estivo della Filarmonica Arturo Toscanini diretta da Alpesh Chauhan. 

 

 

25 luglio: Rocca Sforzesca, Imola 
26 luglio: Labirinto della Masone, Fontanellato, Parma
27 luglio: Reggia di Colorno, Parma 
28 luglio: Villa Sforza Fogliani, Alseno, Piacenza 
29 luglio: Musei di San Domenico, Forlì

Programma

W.A. Mozart, Ouverture dal Flauto magico
G. Rossini, Sinfonia da Italiana in Algeri
G. Verdi, Ballabili da Macbeth
G. Rossini, Ouverture dal Guillaume Tell
L. v. Beethoven, Sinfonia n. 7

FILARMONICA ARTURO TOSCANINI
Direttore Alpesh Chauhan

ALPESH CHAUHAN, Direttore Assistente dell’Orchestra Sinfonica di Birmingham, dal 2014 è si è fatto rapidamente conoscere sulla scena internazionale per l’intensità delle sue interpretazioni con le quali coinvolge sia musicisti sia il pubblico. Per questo motivo, in breve tempo, ha allacciato importanti relazioni con le principali orchestre europee; nel corso della sua carriera ha diretto la Netherlands Symphony Orchestra, la Manchester Camerata, la Kymi Sinfonietta, la Filarmonica Toscanini; ha realizzato un progetto con gli studenti del Royal Northern College of Music al Southbank Centre di Londra, che comprendeva l’esecuzione del Double Sextet di Steve Reich. Recentemente ha debuttato con la BBC Scottish Symphony Orchestra e con la BBC Philharmonic Orchestra in diretta radiofonica con il Concerto per violino e orchestra Distant Light di Vasks e la Sinfonia n. 3 di Brahms, ricevendo un immediato invito per la stagione successiva. Nel corso di questa stagione è stato invitato inoltre dalla Kymi Sinfonietta, dalla Filarmonica Toscanini e dirigerà per la prima volta al Carlo Felice di Genova e al Maggio Musicale Fiorentino. In Francia debutterà con l’Orchestre de Lorraine di Nancy. La sua carriera professionale è iniziata nel 2005, quando si è unito alla CBSO Youth Orchestra come primo violoncello. Nel 2008 è stato ammesso al Royal Northern College of Music per studiare violoncello con Eduardo Vassallo prima di proseguire con la frequenza presso il prestigioso Masters Conducting Course, sotto gli auspici di Clark Rundell e Mark Heron. Consigliato da Andris Nelsons ha partecipato a masterclass con Juanjo Mena, Vasily Petrenko, e ha studiato con Stanislaw Skrowaczewski.