Guida all’ascolto: Beethoven e Stravinkji

Guida all’ascolto del concerto con Francesco Lanzillotta

Sinfonia n. 7 in la maggiore op. 92

Famosa definizione La sinfonia è l’apoteosi della danza: è la danza nella sua suprema essenza, la più beata attuazione del movimento del corpo quasi idealmente concentrato nei suoni. Beethoven nelle sue opere ha portato nella musica il corpo, attuando la fusione tra corpo e mente. (Richard Wagner)

Le Sacre du Printemps

 

“Cos’è la primavera se non questa immensa forza primitiva a lungo addormentata sotto il manto dell’inverno, che improvvisamente esplode e abbraccia il mondo, sia a livello vegetale, animale e umano? L’amore umano, nel suo aspetto fisico, simboleggia l’atto stesso con cui la divinità crea il Cosmo e la gioia che ne ricava. Nel momento in cui le frontiere aneddotiche dello spirito umano cadono a poco a poco, e si può iniziare a parlare di una cultura mondiale, rifiutiamo qualsiasi folclore che non sia universale e tratteniamo solo le forze essenziali dell’uomo, che sono le stesse in tutti i continenti, sotto tutte le latitudini, in tutti i tempi. Che questo balletto sia dunque spogliato di tutti gli artifici del pittoresco, l’Inno a questa unione dell’Uomo e della Donna nel più profondo della carne, unione del cielo e della terra, ballo di vita e di morte, eterno come la primavera!”  (Maurice Béjart)

 

Scarica e sfoglia il libretto di sala del concerto

Scarica il programma del concerto
Altre note