• WIM MERTENS

  • Diffondi la musica

Per l’undicesima edizione del “Barezzi Festival”, il pianista e compositore fiammingo, Wim Mertens, incontra la Filarmonica Arturo Toscanini per una serata dedicata alle sue composizioni.

BUY TICKET

WIM MERTENS + FILARMONICA ARTURO TOSCANINI

Teatro Regio di Parma

18 novembre 2017, 20.30

WIM MERTENS, Pianista e compositore fiammingo/ Mertens si è imposto come ricercatore di musiche non convenzionali, come un artista paradigmatico nel frastagliato universo dell’avanguardia europea. Le sue composizioni, improntate da chiari echi provenienti dalla tradizione classica e da una vocazione melodica di matrice popolare, appaiono sostanzialmente leggere, cariche di bellezza, ma anche intrinsecamente complicate, spesso articolate in ardite strutture labirintiche. Sviluppate attraverso un’intricata matassa di citazioni e richiami.

Di lui si ricorda: un intenso lavoro sempre in equilibrio fra teoria e pratica; la lunga serie di prodotti discografici, dagli album per pianoforte e voce a quelli realizzati con originali piccole orchestre, a quelli dedicati a uno strumento solo; le colonne sonore per il cinema e il teatro; la feconda attività concertistica; le storie raccontate non con le parole, ma con l’intima delicatezza del suo personale linguaggio vocale; le orchestrazioni inconsuete…In oltre vent’anni di carriera ha fatto breccia sugli animi più sensibili, ma forse anche su una fetta di umanità contraddittoria e inaridita, preoccupata ma disponibile verso la libertà intellettuale, verso una spiritualità laica, verso l’uso dell’intelligenza. Mertens è un vero e proprio maestro della divulgazione d’avanguardia, con la sua musica colta e accessibile. Una musica senza confini, senza timori, senza nome. Dagli esordi con i Soft Verdict alle colonne sonore per Peter Greenaway e Jan Fabre, fino alla evoluzione “orchestrale” dei progetti più recenti, il compositore belga ha saputo aggiornare le intuizioni minimaliste di Philip Glass con una emozionante gamma di armonie Mertens divenuto noto al grande pubblico negli anni ottanta, con la composizione Struggle for Pleasure, colonna sonora di uno spot della Merit è anche autore del libro American Minimal Music: un lavoro dedicato alla scuola statunitense della musica minimalista. Lo stile di Mertens, nonostante abbia vissuto una continua evoluzione nel corso della sua prolifica produzione, è riconoscibile per il minimalismo, l’ambient e l’avant-garde, pur mantenendo sempre un forte fondo melodico.

CARLO GUAITOLI, direttore/attivo come pianista classico nei più importanti centri italiani ed europei, negli USA, Canada, Giappone, Cina, Sud Africa. Dopo le affermazioni ai concorsi Busoni di Bolzano, Rubinstein di Tel Aviv, International Music Competition of Japan di Tokyo, si è esibito come solista con orchestre prestigiose, tra cui Israel Philharmonic Orchestra, Concertgebouw Chamber Orchestra, Tokyo Symphony Orchestra, Johannesburg Philharmonic Orchestra, Edmonton Symphony Orchestra, Stuttgart Philharmonic Orchestra, Filarmonica Toscanini. Regolarmente invitato nelle più importanti sale da concerto giapponesi, nel 2009 fa il suo debutto in Cina alla Beijing Concert Hall di Pechino. Nel 2011 si esibisce all’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma e nel 2012 è uno dei protagonisti al Festival Pianistico Internazionale di Brescia e Bergamo dove presenta in prima esecuzione assoluta la Seconda Sonata di Carlo Boccadoro a lui dedicata. Negli ultimi anni si esibisce a Dublino, Amsterdam, Parigi, Londra, Barcellona, Toronto, New York.  Recentemente è stato pubblicato da Brilliant Classics un CD nel quale interpreta il Magnificat per pianoforte e orchestra di Cristian Carrara con l’ Orchestre Symphonique de Nancy diretta da Flavio Emilio Scogna.  Musicista eclettico, dedica parte della sua attività alla musica contemporanea, alla musica improvvisata, al jazz. Nel corso degli anni collabora con artisti come Antony and the Johnson, Asaf Avidan, Lucio Dalla, Alice. Al 1993 risale il suo sodalizio con Franco Battiato, al fianco del quale appare fino ad oggi in tutte le principali produzioni discografiche e concertistiche in veste di pianista e direttore d’orchestra. Al suo fianco ha diretto prestigiose orchestre come la Royal Philharmonic Orchestra, l’English Chamber Orchestra, la Filarmonica A. Toscanini, l’ Orchestra del Teatro San Carlo di Napoli, l’ Orchestra della Toscana.

 

Prossimi spettacoli

25 novembre - Nuove Atmosfere 2017-2018

Foster, Costea, Friede

Il direttore americano Lawrence Foster torna sul podio dell'Auditorium Paganini per dirigere la Filarmonica in programma musiche di Strauss, Korngold, Wagner. Soliste della serata la violinista Mihaela Costea e il soprano Stephanie Friede.

Leggi tutto
26 novembre - Concerti Aperitivo 2017/2018

Quartetto d’archi sgarabotto con clarinetto e corno

I due celebri capolavori cameristici di Wolfgang Amadeus Mozart, il Quintetto per corno e archi in Mi bemolle maggiore K.407 e il Quintetto per clarinetto e archi in La maggiore K. 581 eseguito dal Quartetto Sgarabotto composto da Valentina Violante (violino) Ilaria Negrotti (viola) Mario Mauro (violino/viola) e Pietro Nappi (violoncello) insieme a Ettore Contavalli (Corno) e Daniele Titti (clarinetto) per il secondo appuntamento dei Concerti Aperitivo. 

Leggi tutto