• VINICIO CAPOSSELA

Tra i migliori cantautori italiani della sua generazione, il pluri-premiato menestrello, adorato da critica e pubblico, cantore delle storie di vita comune, torna a esibirsi con la Filarmonica Arturo Toscanini per un tour di concerti estivi da non perdere. 

Buy Ticket

Vinicio Capossela – Anfiteatro del Vittoriale

Anfiteatro del Vittoriale
Gardone Riviera

21 luglio 2018, 21:15

VINICIO CAPOSSELA  voce /
STEFANO NANNI direttore /

FILARMONICA ARTURO TOSCANINI /

Musiche di Vinicio Capossela

 

Orchestra: dal gr. orkhḗstra ‘spazio per

le evoluzioni del coro’, der. di orkhéomai ‘danzo’.

È singolare come il più pachidermico, statico, immobile congegno musicale, l’orchestra sinfonica, prenda il nome dallo spazio fisico che nel teatro greco era destinato alla danza. Quasi che in quell’ara tra le gradinate e il fondale, con il sacrificio del corpo, potesse prendere vita la cosa più astratta, immateriale, animista che è la musica, nella dimensione più estesa e complessa che la cultura occidentale abbia prodotto.

La danza è allora dall’altra parte della vita, le piroette, le coreografie, sono tutte affidate allo spazio dell’anima. Nella posizione più statica, tanto dell’ascoltatore che dell’esecutore, si perdono la corporeità e il peso. Tutto è danza, musica, edificio del sogno.

Il teatro con le sue commedie, tragedie satire, si sublima nel testo e nella musica.

Così accade anche alle canzoni, vita sacrificata, sottratta all’uso, e poi immolata, arsa e composta, che cambia di stato e diventa sostanza immateriale, portatile, che passa i confini dei tre tempi, passato presente e futuro. Sublima la vita e la corregge. Diventa la tenda sotto la quale si rifugiano Achille e Patroclo e recuperano la dimensione dell’intimità, dell’amore e del sogno, mentre tutt’intorno infuria la battaglia. Il concerto con orchestra è sospensione dell’attualità, è una frattura del tempo dell’utile… e che meraviglioso atto antieconomico eseguire con 50 musicisti brani che sono nati con un solo strumento. La conquista dell’inutile. Il massimo della leggerezza ottenuto col massimo dello sforzo organico.

Il concerto di Vinicio Capossela con orchestra sinfonica propone una selezione di canzoni immerse nel liquido amniotico orchestrale. Le canzoni diventano labirinti. Le parole si rifrangono tra le pareti di ottoni, le selve dei legni, le nubi dei violini. La sospensione dell’incredulità si realizza non ad opera di scenografie o velature teatrali, ma nell’emozione timbrica.

 

 

Prossimi spettacoli

03 maggio - Educational 2017-2018

Tu chiamale se vuoi emozioni

Emozioni e Musica. Entra l’orchestra, inizia ad accordare: il “la” si fa sempre più scuro, le note cominciano ad inseguirsi, a plasmarsi l’una con l’altra. Il suono diventa sempre più forte, misterioso e cupo. Così comincia il concerto, alla ricerca dei segreti della musica che suggestiona, terrorizza o commuove. Esisteranno dei trucchi? delle tecniche stabilite?

Leggi tutto
04 maggio - Stagione Lirica Teatro Municipale Piacenza 2017/2018

Il Corsaro

A conclusione della Stagione operistica, Il Corsaro di Giuseppe Verdi approderà al Municipale il 4 e 6 maggio, a 170 anni dalla prima rappresentazione dell'opera (1848-2018). Il melodramma tragico verdiano su libretto di Francesco Maria Piave, tratto dall'omonima novella in versi di George Byron, sarà affidato alla direzione di Matteo Beltrami, sul podio dell'Orchestra Regionale dell'Emilia Romagna e del Coro del Municipale di Piacenza. La regia dello storico allestimento del Teatro Regio di Parma, che porta la firma del grande Lamberto Puggelli, è ripresa da Grazia Pulvirenti. Tra i protagonisti, giovani cantanti già affermati nei maggiori teatri: Simone Piazzola (Seid), Vincenzo Costanzo (Corrado), Jessica Nuccio (Medora), Roberta Mantegna (Gulnara), Cristian Saitta (Giovanni). La produzione è realizzata da Fondazione Teatri di Piacenza con Fondazione Teatro Comunale di Modena.

Leggi tutto