Due grandi musicisti polacchi, il direttore Grzegorz Nowak e il pianista Krystian Zimerman insieme alla Filarmonica eseguiranno brani di Berlioz, Beethoven, Musorskij. 

BUY TICKET

Nowak e Zimerman

10 novembre 2017, 20.30

PROGRAMMA/

Hector Berlioz
La carnaval romain Ouverture op. 9

Ludwig van Beethoven
Concerto n. 4 in sol maggiore per pianoforte e orchestra op. 58
Allegro moderato
Andante con moto
Rondò: Vivace

Modest Musorgskij
Quadri di un’esposizione (orchestrazione di Sergei Petrovich Gorchakov)

FILARMONICA ARTURO TOSCANINI

GRZEGORZ NOWAK, direttore/

è il Permanent Associate Conductor del Royal Philharmonic Orchestra a Londra. Ha guidato la RPO in tour in Svizzera, Turchia, Armenia, e numerose apparizioni in tutto il Regno Unito, tra cui un tour di grande successo con un programma interamente dedicato a Shostakovich . Le sue registrazioni con RPO comprendono Mendelssohn sinfonie n. 3 “scozzesi” e n.4 “italiane”, tutte le sinfonie di Schumann, Dvořák sinfonie n.6-9 e l’integrale dei Concerti per pianoforte di Beethoven con Mario Galeani. Le prossime uscite includono Shostakovich sinfonia n.5, Concerti per pianoforte di Chopin con Roustem Saïtkoulov, Mussorgsky Quadri di un’Esposizione e di tutte le sinfonie di Brahms e Tchaikovsky. Tutte le sue registrazioni hanno ricevuto critiche eccellenti e vinto numerosi premi discografici: fra di essi Diapason che ha ottimamente recensito la registrazione dal vivo con Martha Argerich e la Sinfonia Varsovia. La registrazione della Musica Sinfonica Polacca del XIX Secolo con la Sinfonia Varsovia è stata scelta come il “CD dell’anno”, migliore”. IL CD Hänssler con le Sinfonie n.2 e n.6 (prima registrazione mondiale) di Czerny è stato elogiato da Classics Today e come “grande scoperta musicale” da parte della Musical Heritage Society, mentre la musica di Weill con Anja Silja ha vinto due premi di Internet classica, e Classics Today ha scritto “questa è la migliore registrazione di “I sette peccati capitali” attualmente disponibili … semplicemente meravigliosa … formidabile”. L’esordio della carriera internazionale incomincia vincendo il Concorso “Ernest Ansermet” a Ginevra e tutti i premi speciali: il “Grand Prix Patek Philippe”, il Premio Svizzero, il Premio “Rolex” e “l’American Patronage Prize”. Riceve anche l’“Europäische Förderpreis für Musik”, premio riservato ai musicisti europei dell’anno. Nowak ha studiato direzione d’orchestra con Leonard Bernstein, Seiji Ozawa, Erich Leinsdorf e Igor Markevitch. Kurt Masur lo ha invita all’Orchestra Filarmonica di New York, nominandolo suo assistente nel 1992. È stato il Direttore Principale di diverse orchestre europee e canadesi. È il direttore preferito di Krystian Zimerman: i due artisti hanno realizzato tournée in Spagna, Italia ed Svizzera. \Nowak ha diretto inoltre alcuni fra i più grandi solisti dei nostri tempi: Martha Argerich, Mstislav Rostropovich, Henryk Szeryng, Anne-Sophie Mutter, Vladimir Ashkenazy, e molti molti altri. Di recente è stato nominato direttore del Teatro Wielki – Opera Nazionale Polacca di Varsavia.

KRYSTIAN ZIMERMAN, pianoforte/

La vittoria del Grand Prix al Concorso Chopin del 1975 ha aperto a Krystian Zimerman le porte di una brillante carriera internazionale che lo vede protagonista con i più celebri direttori e orchestre i e sui palcoscenici delle più importanti sale da concerto. Importanti anche gli incontri con i più grandi musicisti di oggi in formazioni cameristiche. Nel 2013, in occasione del 100° anniversario della nascita di Lutoslavski, Zimerman ha suonato il Concerto per pianoforte, a lui dedicato, con le più importanti orchestre internazionali, e lo ha inciso con i Berliner Philharmoniker e Sir Simon Rattle per la DGG. Da molte stagioni viaggia con il suo pianoforte: l’essere completamente tranquillo per ciò che riguarda lo strumento, gli ha permesso di eliminare o di ridurre al minimo tutto ciò che potrebbe distrarlo da questioni puramente musicali.. Ha sviluppato un analogo approccio nei confronti della registrazione discografica,. Durante i 30 anni di collaborazione con la Deutsche Grammophon, ha inciso numerosi dischi che hanno ricevuto importanti premi. Nel 1999 ha registrato i Concerti di Chopin con un’orchestra costituita appositamente per questo progetto,  Tra le esecuzioni storiche che lo hanno posto per sempre nell’olimpo della musica classica, ci sono quella con i Wiener Philharmoniker il 10 febbraio 1985, la sua interpretazione del Concerto per pianoforte di Robert Schumann sotto la direzione di Herbert von Karajan, e i Concerti n. 3, 4 e 5 di Beethoven nel settembre 1989 sotto la direzione di Leonard Bernstein. Ultimo CD pubblicato : Lutoslawski Concerto per pianoforte – Berliner Philharmoniler/ Sir Simon Rattle. Zimerman ha ricevuto numerosi premi internazionali: Il 24 gennaio 2005, giorno dell’apertura del MIDEM a Cannes, il Ministro della cultura Renaud Donnedieu de Vabres gli ha conferito la Legione d’Onore francese, il Premio delìAccademia Musicale Chigiana di Siena e il Leonie-Sonning Prize. Gli è stato conferito il Dottorato Honoris Causa dell’Università di Latowice e la prima e più alta onorificenza per personaggi non legati al Corpo militare, l CROCE AL MERITO CON STELLA. Zimerman divide il suo tempo tra la famiglia, l’attività concertistica e cameristica. Si è posto il limite di 50 concerti all’anno ed ha un’aderenza totale alla sua professione: organizza personalmente la gestione della sua carriera, studia l’acustica delle sale da concerti, le ultimissime tecnologie di registrazione e della costruzione degli strumenti. E’ inoltre appassionato di psicologia e computer.
DGG ha recentemenete pubblicato un Cd dedicato alle Sonate D959 e D 960 di Schubert.

Prossimi spettacoli

21 ottobre - Festival Verdi 2018

ATTILA

Riccardo Zanellato, Maria José Siri, Vladimir Stoyanov per la profonda analisi interpretativa di Andrea de Rosa, con scene di Aurelio Colombo e la direzione di Gianluigi Gelmetti.

Leggi tutto
30 ottobre - Educational 2018-2019

Il carnevale degli animali

Un viaggio alla scoperta del regno animale e di quello musicale attraverso indovinelli e viaggi di fantasia, per imparare a distinguere, attraverso i 13 quadri della composizione, timbri e sonorità orchestrali, caratteristiche della scrittura musicale e possibilità descrittive della partitura.

Leggi tutto