62° Anniversario della morte del Maestro Toscanini

In occasione del 62° anniversario della morte di Arturo Toscanini, l’assessorato alla Cultura del Comune di Parma – Casa della Musica ha proposto alla città un momento di ricordo nella casa natale del Maestro, in borgo Rodolfo Tanzi 13: l’appuntamento si rinnova ogni anno con la volontà non solo di ricordare il direttore d’orchestra parmigiano ma, al tempo stesso, offrire spunti di riflessione sulla sua figura.

Era presente per l’Amministrazione Comunale l’assessore alla Cultura Michele Guerra, insieme ad Alberto Triola, sovrintendente della Fondazione Arturo Toscanini, alle Autorità, ai principali rappresentanti delle Istituzioni e Associazioni culturali e musicali della città e a tanti appassionati.

Momento come sempre particolarmente significativo della commemorazione è stato quello della deposizione di una corona d’alloro ai piedi del busto del Maestro, collocato nel cortile della casa natale: “ricordiamo oggi – ha esordito l’assessore alla Cultura Michele Guerra – un personaggio decisivo per la nostra città e molto oltre i suoi confini, che ha rivestito un ruolo fondamentale non solo nel mondo artistico, ma anche in quello civile e politico”.

L’assessore Guerra ha ricordato la recentemente scomparsa Emanuela di Castelbarco, nipote di Toscanini, come testimone di vita personale e artistica del Maestro.

“Sono molto emozionato – ha detto Alberto Triola, neo sovrintendente della Fondazione Arturo Toscanini – nel partecipare per la prima volta a questo momento commemorativo dedicato al Maestro Toscanini, un vero “exemplum” dal punto di vista artistico, ma anche storico e civile, che è fonte per noi tutti di stimolo e insegnamento”.

La cerimonia è proseguita nelle stanze del Museo, dove i partecipanti si sono raccolti per un momento di riflessione su questa giornata e sulla figura e l’opera di Arturo Toscanini. A seguire è stata offerta una visita guidata gratuita negli spazi del Museo.

Leggi il comunicato stampa 

 

Editoriale/
16/01/2019